bomp.it

20/12/2014 – Thailandia – Bangkok

Sveglia e colazione all’albergo siamo pronti per vedere la città. All’andata avevamo visto Chinatown e il Wat Pho per cui partiamo dál Grand Palace.

Dalla zona di Siam ci si muove agevolmente in quanto c’é il capolinea dello Skytrain, ovvero un treno rialzato che copre la parte est della cittá. Seguendo tutta la linea si può raggiungere il Chao Phraya il fiume che corre dentro alla cittá. Dal capolinea dello Skytrain scese le scale si arriva al Pier dove partono tutte le barche che transitano sul fiume. Le barche che partono sono identificate dal una bandiera posta sul retro della barca di tre diversi colori. Noi abbiamo utilizzato la linea blu, ovvero turistica, che fa poche fermate e arriva quasi diretta al Grand Palace (40 baht), e la arancio che invece si ferma in ogni Pier (15 baht). E’ possibile fare un biglietto giornaliero da 150 bath per prendere ogni linea.

 Il Grand Palace ha un biglietto dal costo esorbitante anche per l’Europa, capisco che ci mantengono il palazzo, ma è veramente troppo: stiamo parlando di 500 baht a testa, ovvero il costo medio di una cena per due persone.

E’ anche vero che dentro la parte da visitare è enorme e ci vogliono ore. Si parte dal tempio che contiene l’Emerald Buddha, una delle mete più venerate dai Thailandesi. Si nota anche dal numero di persone in questo tempio, assolutamente affollato. Una parte è anche chiusa perchè oggi è una festa Buddhista, per cui non riusciamo a vedere tutto, ma siamo ripagati assistendo alla preghiera collettiva di parecchie persone. Il monaco guida e decine di persone seguono, il risultato è un effetto impressionante.

Sfortunatamente un’altra parte del palazzo non è visitabile il sabato e la domenica e si sono ben guardati dal segnalarlo alla biglietteria, magari tenerne conto. E’ la parte di templi di dietro al palazzo dell’Emerald Buddha. Si riesci giusto a vederla da fuori, per cui ci facciamo una idea.

Fuori dal palazzo è ora di pranzo. Ci fermiamo a delle bancarelle nella parte di dietro del Grand Palace vicino al fiume. Prendo un riso con verdure e Leila della carne. Questa non è molto buona e il riso sembra cotto 10 volte. Insomma il risultato non è soddisfacente e guardandoci intorno vediamo solo turisti.

Torniamo all’albergo per fare un po’ di piscina, del resto sono i giorni delle coccole.

 La zona di Siam Square  la parte più moderna della città. E’ un ottimo posto perchè è servita dallo Skytrain che porta alla metropolitana o al pier delle barche, c’è una discreta vita notturna e scelta di ristoranti, insomma è un buon posto dove scegliere un albergo. E’ anche la zona dei centri commerciali, qui si trova il MBK, il Siam Discovery, Siam Center e Siam Paragon. Al piano terra di quest’ultimo c’è un gigantesco food court dove si possono scegliere dei piatti in uno degli innumerevoli negozi e mangiarli nei tavoli al centro della piazza. Qui la cucina è prettamente orientale, dal Thai al cinese, ma intorno ci sono ristoranti di ogni genere, dal giapponese alla pizza.

Per mangiare nel food court si deve prendere una tesserina caricandola di soldi alla cassa centrale. Niente paura, entro le 21:45 vi restituiranno i soldi avanzati dentro. La tesserina viene accettata da tutti i negozi di cibo.

Io ho preso una zuppa di noodles con tofu, tre tipi di funghi e verdure, Leila una zuppa con carne. La mia era molto buona, la sua un po’ meno, di sicuro quando ha visto che dentro era piena di frattaglie.

Qui ci sono vari bar sparsi, ma comunque dopo le 23:00 la folla si dirada. Dopo due passi siamo tornati all’albergo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.